Dune di CAMPOMARINO
località Ramitelli
Prov. Campobasso - Reg. Molise

-
ogni casella corrisponde ad un mese dell'anno
-

La livrea di un uccello può cambiare significativamente in base all'età o alle stagioni.
-
I pulcini appena usciti dall'uovo possono essere nudi o coperti di piumino, presto rimpiazzato da un primo corredo di penne detto piumaggio giovanile.
-
In autunno alcune di queste penne subiscono una muta e sono sostituite (quelle delle ali e della coda solitamente si conservano) dal primo piumaggio invernale.
-
Nota:
 il cambiamento periodico del piumaggio, generalmente indicato come muta, è probabilmente causato dall'azione
dell' ipofisi sulla tiroide . Nella maggior parte delle specie tale processo viene portato a termine nel giro di uno o due mesi, ma in molti Falconiformi e Strigiformi si prolunga per l'intero anno o anche più .
Quando la muta si ripete due volte all'anno il rinnovamento interessa di rado l'intera livrea, ma prima dell'inizio
della primavera viene per lo più cambiata soltanto una parte delle piume.
La muta primaverile viene spesso chiamata muta nuziale in quanto il piumaggio assume tinte e talvolta ornamenti vistosi che costituiscono attrattiva sessuale. In alcune specie anzichè una vera e propria muta parziale si verifica
il fenomeno denominato abrasioneo muta ruptila . In questo caso non si ha il canbiamento di una penna ma sol-
tanto la perdita di alcune parti esterne della stessa. Il risultato è comunque quello di un piumaggio più vistoso.
Talora i due fenomeni possono anche coesistere .
Caso eccezionale è quello della Pernice bianca, Lagopus mutus, che presenta tre fasi di colore di piumaggio causate da tre mute specifiche .
--
Nella primavera successiva, una muta parziale produce il primo piumaggio estivo.
-
Dalla tarda estate in poi , tutte le penne sono rimpiazzate con una muta completa.
-
Gli uccelli più piccoli a questo stadio hanno il loro piumaggio da adulti.
-
Le specie più grandi, come molti gabbiani e uccelli da preda, attraverso più stadi intermedi (immaturi): secondo inverno, seconda estate, terzo inverno, terza estate,  e così via.
-
Una volta adulti, il piumaggio può essere invernale (o non riproduttivo) e primaverile (o riproduttivo).
-
La maggiore parte degli uccelli sfoggia il piumaggio più bello in primavera, mentre le anatre in inverno, quando si accoppiano.-
--



Per consultare la sequenza delle mute :
-
Terminologia Generale e di Humphrey and Parkes--

-
Il disegno e i colori del piumaggio contribuiscono molto alla diversità che si nota nel mondo degli
uccelli e non è difficile, in molti casi, giudicare il significato adattativo di queste differenze.
-
Le funzioni attribuite alla colorazione degli uccelli sono l'occultamento e l'ostentazione.
-
Nella maggior parte degli uccelli i colori chiari e scuri del piumaggio sono combinati in maniera tale
che l'effetto della propria ombra viene neutralizzato.
-
Per ovviare alla diversa illuminazione ricevuta dalle varie parti del corpo, i colori più scuri sono dispo- sti di solito nelle parti superiori, dove la luce è più forte, e quelli più chiari nelle parti inferiori, in
ombra (adattamento del piumaggio all'habitat * ).
--
Nota:
Questo adattamento può variare geograficamente.
Avviene nella specie del Nord America, Melospiza [Zonotrichia] melodia o Passero melodioso (cantore):
gli individui che vivono nelle regioni desertiche (Sud occidentale)  sono estremamente chiari, quelli che vivono nelle regioni umide (Nord occidentale) sono scuri. Individui con colori intermedi vivono in tutto il Nord America
orientale .
E' bene ricordare:
Gli uccelli appartenenti a sottospecie dei territori più freddi sono più grandi di quelli che abitano le zone calde;
i primi presentano piedi e becco più corti rispetto i secondi ed hanno una colorazione più scura rispetto le specie
delle zone aride (per conseguenza della selezione naturale).
--
--La successione del piumaggio nel Gabbiano comune -
--

-
Anomalie del piumaggio, più esattamente il colore delle piume che può subire delle mutazioni.
-
-albinismo: forma frequente caratterizzata dal piumaggio bianco e dagli occhi rossi o blu e pupilla rossa..
                   Anomalia ereditaria consistente nella mancanza di pigmenti melanici, dovuta all'impossibilità di
                   ossidare a melanina l'aminoacido tirosina o per ossidazione dell'amminoacido fenilalanina.
                   parziale: quando la depigmentazione interessa solo alcune parti del corpo o è diffusa
                   modestamente, chiamata anche albinoticismo .
-
-isabellismo: forma caratterizzata da una tinta giallastra, bianca sporca o lionata con il  disegno del piumaggio
                      ancora ben visibile (spesso è la trasformazione dell' eumelanina nera in bruna) .
-
-cianismo: fenomeno tipico per cui un taxon presenta una colorazione azzurra mentre gli altri individui
                  o le altre popolazioni della stessa specie o gli altri taxa affini presentano colorazione diversa.
-
-melanismo: fenomeno ereditario per cui un individuo o un taxon presentano una colorazione nera o nerastra
                     inconsueta fra gli altri individui della stessa popolazione o razza o fra i taxa affini.
           - melanoticismo: quando presenta intensità ridotta .
-


Nota :
in alcuni uccelli, come gli Anatidi, l'assunzione da parte del maschio, dopo la stagione degli amori, di un piumaggio molto simile alla femmina e ai giovani, si chiama piumaggio eclissale (l'abito nuziale viene nuovamente assunto tramite la muta autunnale).

Ciclo:
la successione più o meno regolare e in sè conclusa di un certo numero di fenomeni .
Biologico:
quello che riguarda le varie fasi di sviluppo di un organismo.
-

-
Legenda
in alto, ogni casella corrisponde ad un mese dell'anno
Nidificazione
-
marzo .Normalmente in marzo gli uccelli covano già le uova .
-
Nota:
Nelle nostre Regioni (Paleartico occidentale) gli uccelli covano per lo più in primavera e in estate, talvolta
anche in inverno.
Tale periodo è determinato dalla necessità di disporre di sufficente nutrimento durante l'intera fase di sviluppo
dei piccoli .
-
 Schiusa delle uova
-
aprile-maggio . Il guscio dell'uovo viene forato dal pulcino con il suo "dente dell'uovo", una pretuberanza sul
becco che viene rapidamente perduta dopo la schiusa.
I pulcini possono essere coperti di piumino e pronti a lasciare il nido, o nudi e rimanere nel nido fino al momento
che non abbiano sviluppato le penne .
-
Giovani
-
giugno-luglio . Il pulcino mette il suo corredo di penne giovanili ed è pronto per il primo volo.
-
Primo inverno
-
agosto-marzo . Una muta autunnale del capo e del corpo (a eccezione delle ali e coda) produce il piumaggio
invernale.

Mese di Aprile
-
aprile . Le penne giovanili delle ali, ora vecchie di un anno, sono sbiadite. Nel Gabbiano il capo acquista parzial-
mente il cappuccio bruno.
-
Prima estate
-
aprile-agosto.Una ulteriore muta parziale (ancora una volta solo del capo e del corpo) produce questo piumaggio.
-
Riproduzione
Alcuni gabbiani comuni possono accoppiarsi nel tardo inverno o all'inizio della primavera del loro secondo anno,
ma la maggior parte si riproduce al terzo anno .
-
Secondo inverno
-
settembre-marzo . Questa prima muta autunnale completa produce un piumaggio invernale completamente rin-
novato.
-
Adulto in estate
-
aprile-agosto .Una muta parziale primaverile crea il cappuccio bruno scuro del piumaggio primaverile ed estivo,
le penne delle ali e della coda sono mantenute dal precedente inverno.
-
Adulto in inverno
-
settembre-marzo .Una muta completa produce il piumaggio invernale: capo bianco, macchia auricolare scura e
nuove penne delle ali non usurate.
-
Riproduzione
-
Una muta primaverile produce il cappuccio; le aree bianche sulle punte delle ali si consumano più rapidamente
delle nere che diventano più opache; il becco e le zampe sono color rosso scuro.
-


© 2005 www.scricciolo.com by Alberto Masi